Il Chiari esce sconfitto dalla traferta di Mozzo. Nonostante questo, mantiene la testa della classifica, anche se in coabitazione con altre 5 squadre. Sicuramente non si può dire che non sia un campionato equilibrato. L'avvio della partita è subito il salita per la squadra di Moretta; il Mozzo attacca con precisione e trova ben 3 tiri dall'arco con Paolo Previtali e Preda; il Chiari, privo anche di capitan Piceni per infortunio, fatica molto e nonostante l'impegno non riesce a segnare più di 7 punti nel primo quarto (21:7). Il primo tempo prosegue in questo modo: Mozzo segna in scioltezza (sempre altissime le medie da fuori) ed il Chiari si appoggia alle iniziative di Garatti e Lochis; sono loro a segnare quasi tutti i punti del primo tempo, spessod alla lunetta (Garatti chiuderà addirittura con 15 falli subiti e 18 liberi a segno). Nel secondo tempo, dopo esser piombati anche a 28 lunghezze di distacco, il Chiari prova a rientrare, ma lo sforzo massimo consente di tornare a -16. E' soprattutto Savi a ricacciare indietro gli ospiti con una serie impressionante di triple, ma senza dubbio tutta la formazione bergamasca gioca bene. Finale sentra troppi affanni per il Mozzo, che si aggiudica meritatamente il match.